orologio



Lettori fissi

parade

martedì 29 maggio 2012

Personale on-line

Avete sentito! Da Carla
è iniziata in anticipo la mia personale 
io  vado di corsa a vederla.
Ho rispolverato la mia vecchia 
spider a basso consumo.
Vi aspetto tutti, anche a piedi,
se c'è chi ha l'aereo può venire in aereo
nessun problema, è sempre il benvenuto
ciao ci vediamo là

domenica 27 maggio 2012

Cosa non si fà per i nipoti

Penso che ormai non cambierò più 
rimarrò sempre un eterno bambino.
Ho fatto visita hai miei nipoti il più piccolo 
a voluto farmi vedere il paio di occhiali nuovi 
che gli avevano appena regalato.
Eccolo seriamente  in posa,
 poi ha voluto farli provare anche al nonno
Io ci sto volentieri, così metto in mostra
 l'eterno ragazzino che c'è in me,
in questa foto di qualche anno fa sono  
con Roberto il figlio di mia figlia 
anche lui ha voluto che 
provassi i suoi nuovi occhiali 
adesso ha dodici anni.
E' alto un m 1,72 e porta 
43 di scarpe,  gioca a rugby.
Questa e di stamattina Nicola 
voleva che facessi un giro 
con il suo monopattino assieme a lui.
Questa è l'ultima mia avventura 
correre con il monopattino a settantanni.
queste sono le due femminucce,
che ho accompagnato ai giochi
quì non sono salito,
avevo paura di sfondare tutto!

martedì 22 maggio 2012

Per un pugno di ciliege

Ogni volta che vedo un ciliegio
 la mia mente ritorna a quel lontano 
pomeriggio di tanti anni fa
 Tutto ebbe inizio in una calda 
domenica mattina di maggio.
 Come tutte le domeniche dopo la Santa Messa 
mi fermavo con gli amici nel sagrato 
per decidere dove passare qualche 
ora in compagnia nel pomeriggio.
Uno di noi azzardò, perchè 
non andiamo in quel campo
a rubare un po di ciliegie; io non accettai 
la proposta perchè l'anno precedente
avevo avuto un'analoga 
esperienza poco piacevole.
Io proposi, perchè non andiamo nel Montello
dove ho degli zii e possiamo mangiare ciliegie 
finchè vogliamo senza doverle rubare.
L'unico problema era che bisognava 
avere la bicicletta e attraversare il fiume Piave
che in quel periodo ha sempre poca acqua.
Di cinque che eravamo solo uno accetò.
Appena mangiato, senza dire nulla ai genitori,
altrimenti era un no secco,
di nascosto prendemmo la bicicletta
e iniziammo l'avventura. 
Prima di arrivare al Piave
c'erano circa quattro chilometri 
da fare in bicicletta
e altri tre a piedi. Lasciammo le biciclette 
in una casa in riva al fiume e a piedi 
ci inoltrammo nel letto del fiume
che in quel posto è largo circa in chilometro.
Acqua ce n'era poca, bella e limpida;
la parte più profonda arrivava al ginocchio

Abbiamo attraversato facilmente,  
in mezz'ora arrivammo 
dagli zii, sorpresi di vedermi da solo 
ci hanno indicato l'albero
dove poter cogliere le ciliegie.
 Dopo averne colte e mangiate a sazietà,
 erano già le cinque, quando decidemmo 
di tornare; salutammo e ringraziammo gli zii. 
Tutto era andato secondo i nostri piani 
finchè non arrivammo sulla riva 
del Piave che si presentava così:
minaccioso, forse aveva piovuto in montagna,
con il caldo si era sciolta la neve;
cosa fare non c'erano cellulari.
Ritornare sul Montello  ma non c'erano macchine
che avrebbero potuto portarci a casa.
Decidemmo di attraversare:
mettemmo pantaloni e maglietta 
legati sopra la testa, essendo l'acqua torbida 
non potevamo sapere quanto era profonda.
Per primo entrò il mio amico Mario,  
io subito dopo;
l'acqua saliva velocemente  
e Mario venne travolto 
dalla corrente impetuosa; a quel punto 
mi lasciai andare per seguire lui
e ci lasciammo trasportare dalla corrente
nuotando verso la riva dove arrivammo 
stremati seicento metri più a valle.
tutti inzuppati, ma felici della nostra avventura,
ritornammo a casa con i sandali distrutti, 
i vestiti tutti bagnati.
 Mia madre voleva sapere dove ero stato,
sentendo il mio racconto il volto le s' imbiancò,
prese il bastone e subito a letto senza cena.
Alla bicicletta venne messo il lucchetto,
così  andò anche per Mario.
Io le sgridate le  presi anche da sua madre,
perchè io avevo tredici anni 
e lui ne aveva solo undici.
Ho iniziato a rendermi conto di cosa 
avevo fatto solo quando ho 
avuto anch'io dei figli;
ogni volta che sento parlare di ciliegie
mi vengono i brividi. Non per 
l'acqua gelida di quel giorno,
ma pensando 
a cosa poteva succedere
a causa della nostra bravata. 
*******************
vi ricordo la mia personale
di pittura nel blog la vostra 
Arte di Carla Colombo 
dal primo al quindici giugno
http://lavostraarte.blogspot.it/



venerdì 18 maggio 2012

Pazza primavera

Ormai siamo quasi in estate
ma l'inverno si fa ancora sentire

Foto scattate questa mattina alle ore 10,00
alla temperatura di 10 gradi/ centigradi
campi di papaveri in fiore e montagne
coperte di neve come a Natale
dimentichiamo la neve
e volgiamo uno sguardo verso l'estate, 
sperando che arrivi davvero.
*****************
Con l'occasione ho il piacere di presentarvi 
i due recenti premi ricevuti
dal mio blog.
Il premio Almohada e per i blog
che ci appassionano di più
tanto bravi a scrivere 
che ci fanno emozionare

 Questo sopra l'ho ricevuto dall'amico Enrico
autore del blog "Amici in allegria".
Grazieee Enrico!
Il premio mi richiede di rispondere
 a cinque domande.
1) Tre frasi che mi rispecchiano:
a) sono un tipo molto socievole 
ed ottimista. mi piace stare con gli
amici in allegria
b) amo parlare dei miei progetti con gli altri
c) mi trovo bene con la mia famiglia
2) le mie tre canzoni preferite:
"ciao ragazzi ciao"
di Celentano
"o sole mio"
di Elvis Presley
"caro amico ti scrivo"
di Dalla
3) esprimere un desiderio.
Desidero poter vedere i miei discendenti
( nipoti e, se possibile, pro-nipoti)
realizzati e felici.
4) scrivere una parola che rispecchia
il mio desiderio.
Guardare con fiducia al futuro.
5)Adesso dovrei assegnare il premio a sette 
blog ,quando ho provato a fare una lista
sono partito da chi dovevo eliminare
non sono riuscito a trovare
uno da eliminare così ho 
deciso di donarli a tutti voi,
perchè ogni blog trasmette 
delle belle emozioni.
Ogni blog ha bisogno di fortuna.

Questo premio l'ho ricevuto dalla
 cara amica Pixia
che ringrazio di cuore per 
avermi pensato.
Elenco i miei
tre sogni nel cassetto:
a)Vincere un concorso nazionale di pittura
b)Vedere lo scoppio della
"PRIMA PACE MONDIALE" 
c)Uscire , al più pesto,
dalla presente crisi.
Un grazie di cuore a tutti voi
che mi seguite anche silenziosamente
Tiziano.


lunedì 14 maggio 2012

BOLZANO 13 MAGGIO 2012



Oggi voglio presentarvi 
alcune foto e un video
di questo mio weekend a Bolzano
dove ho avuto una 
 calorosissima accoglienza
ma la cosa più bella è
questa Tomaso è venuto a
trovarmi  ed abbiamo 
trascorso tre ore insieme
pranzando in compagnia
Mi sunt alpin  mi sunt alpin
me piase el vim me piase el vinnn!!!
con moderazione








con l'amico Flavio


questi sono alcuni striscioni significativi

 Tomaso in sfilata

il mondo può cambiare 
basta seguire certi esempi

sabato sera come previsto 
ha fatto pioggia e vento
e così abbiamo trascorso
 la serata  cantando 
con dei simpatici amici Bergamaschi
la qualità del'audio non è dei
migliori ma merita di essere visto
e lo dedico a tutti voi

El vecio alpin Tomaso 
manda i suoi saluti a tutti
per il momento si prende 
un p'ò di riposo perchè 
(fa gnent un co fa gnent doman
no le mia fat de fer)
traduzione
fa niente oggi fa niente domani 
non è mica fatto di ferro!
bisogna riposarsi


venerdì 11 maggio 2012

13 maggio festa della mamma

 13 Maggio festa di tutte le mamme
questo post lo dedico a 
tutte le mamme del mondo
con il mio più sincero augurio
queste tre piccole rose
che dono con tutto il cuore
alla mia cara mamma
sono quì di lato postate
per tutti coloro che volessero 
donarle alla propria mamma
non è il valore
ma è il pensiero quello che conta

 
Un pensiero per la festa 
della mamma 28x22
Acquerello su carta Fabriano 630 gr
parto per Bolzano vado ha trovare 
Tomaso e gli amici alpini

sabato 5 maggio 2012

Il mio Invito


Questo e un mio personale invito
ha tutti e tutte voi cari amici blogger
alla mia personale ON-LINE
che si terra da 1 al 15 giugno  sul blog 
la vostra arte di Carla Colombo

 ricordo Marchigiano (Loreto olio su tela 20x40)
Sara graditissima la vostra visita
potete far visita anche subito 
in questo periodo c'è un bravissimo artista
che merita di essere visitato
un grazie fin d'ora  e vi auguro 
un tranquillo weekend
Tiziano

martedì 1 maggio 2012

Una famiglia un po' assonnata

Con questa strana primavera
che non si capisce se arrivi l'estate!
e se ritorni l'inverno?
 Loro nel dubbio 
stanno ancora dormendo:
       
   Questa simpatica famiglia l'ò
trovata ieri mentre spostavo della 
legna  assieme all'amico Flavio 
nella sua vigna   
 non si sonno nemmeno mossi 
il tempo di fare quattro foto 
e li abbiamo subito ricoperti
come li avevamo trovati
 dormono beati
peccato non poterli accarezzare!
Auguro ha tutti voi
un sereno primo maggio
sperando in un futuro migliore
Tiziano