orologio



Lettori fissi

parade

lunedì 30 dicembre 2013

Un anno da ricordare

Ce sempre una prima volta,
la sera di Santo Stefano ho fatto la mia prima cena a lume di candela e al freddo. Come avrete appreso dai giornali o dai vari telegiornali a Natale tutto l'alto Bellunese è rimasto al buio e al freddo causa un black out, sfortunatamente io e mia moglie eravamo in quel luogo e per due giorni siamo rimasti in casa al buio e al freddo con più di mezzo metro di neve fuori della porta, in questo tempo ho potuto riflettere e pensare a chi non solo per due giorni rimane in queste situazioni ma per mesi e forse più!
E al lume di candela ho scritto questa  
mia riflessione sul 2013 che ci sta per lasciare


UN ANNO DA RICORDARE

Il duemilatredici ci sta per lasciare, un anno da ricordare
per le false promesse le tante discussioni senza soluzioni.
Un anno di alluvioni ... terremoti, uragani …
E per finire, un bianco black out, ci ha voluto regalare
facendo si che all'età della pietra si dovesse tornare!
E meditare ad un incerto futuro...
Però alla fine di tutto che quest'anno
sia stato bello oppure brutto,
non lo possiamo dimenticare
perché a queste calamità ci dovremo abituare.
Facendo tesoro, che pur se pesante,
ancora un anno abbiamo consumato!
Lui se n'è andato! Ma noi siamo qua!
Guardiamo lassù c'è un Dio ...
che dobbiamo ringraziare
se al nuovo anno possiamo brindare!
   



A queste persone e a tutti voi 
voglio augurare un 2014 
di salute, pace e prosperità, 
e che la dea bendata vi venga a trovare 
 e con il suo bacio vi faccia sognare!!


Tiziano.

giovedì 19 dicembre 2013

Natale in quel tempo lontano

Mancano pochi giorni al Santo Natale,
è in questo frenetico mondo 
ché ultimamente sembra impazzito!
Arriverà quel tenero bambino 
accogliamolo come in quel tempo lontano!

IL MIO UNIVERSALE AUGURIO

Ciao!


Ti ricordi quant'era bello,

il Natale di quel tempo lontano?



Dove non cerano luci,

né appariscenti regali,

ma un umile cuore

che accanto al camino,

aspettava

Gesù Bambino!



Oggi,

stringendoti la mano,

a quel tempo

voglio pensare,

come amico!

Come un fratello

ti voglio abbracciare,

e augurarti un Natale

che entri nel cuore

con gioia e amore!



Sgravato da ogni dolore,

quel pargoletto

stringi al tuo cuore

e siedi con me ...

accanto al camino,

come per magia

ritornerai bambino!



Tiziano Scarpel









martedì 17 dicembre 2013

Scherzi tecnologici

Tanto per passar il tempo e far due risate

Caraibi foto dal web

Una coppia di trevigiani, decide di passare le ferie ai Caraibi, nello  stesso albergo dove venti anni prima
avevano trascorso la loro luna di miele,ma per problemi di lavoro la moglie non può partire con il marito
ma lo raggiungerà qualche giorno dopo.
Il marito come arriva in hotel va in camera e nota che é anche dotata di computer con internet.
E così decide di mandare un e-mail alla moglie ma nella fretta sbaglia indirizzo a la manda ad un'altra persona.
L' e-mail viene ricevuta da una vedova che era appena rientrata dal funerale del povero marito, e stava guardando 
i messaggi di cordoglio. 
Pochi minuti dopo arriva il figlio della vedova 
che la trova svenuta davanti al computer e sul video vede l' e-mail 
che la madre aveva appena letto:
Cara moglie sono arrivato tutto bene, probabilmente sarai sorpresa di ricevere mie notizie via e-mail, ma anche qua ormai hanno il computer per mandare i messaggi alle persone care.
Pensa che appena sono arrivato mi sono assicurato che fosse tutto a posto anche per te per quando venerdì prossimo arriverai ....
Non vedo l'ora di vederti e spero che il tuo viaggio sia tranquillo come il mio

N.B. Non portare tanti vestiti perché qua fa un caldo infernale.

***************

Spero di avervi fatto un po ridere, e dimenticare per un minuto
tutto quello che non va in questi ultimi giorni del 2013

sabato 7 dicembre 2013

Racconto a lieto fine

Babbo Natale racconta

Questa era la mia spider a due ruote e prima di mé era di Tomaso
******************
Oggi voglio raccontarvi una storia a lieto fine che ho avuto con lei,
era una domenica dei primi giorni dicembre, 
il sabato aveva piovuto ma alla domenica mattina splendeva il sole, e come tutte le domeniche pomeriggio,
mi recavo con la moto in una balera per passare un paio d'ore con gli amici, più che ballare facevamo quattro salti, era verso la fine degli anni cinquanta, da poco erano arrivati i quarantacinque giri di Elvis Presley con “ Tutti Frutti” e lo scatenato “Jealous Rock”, dopo due ore con il juke box a tutto volume, come sempre un po stanco mi preparavo per il ritorno.
Non con giubbotto casco e stivali,  in quegli anni come si andava in bicicletta si andava pure in moto, partii senza tener conto che quando arrivai la strada era ancora bagnata, e che quell'acqua 
essendo il mese di dicembre poteva ghiacciare, non feci nemmeno un chilometro che come toccai il freno andai di traverso cadendo di schiena e battendo violentemente la testa sull'asfalto.
Fu un attimo difficile da descrivere, in un secondo ho visto stelle, sentito cantare gli uccellini, tuoni e fulmini a ciel sereno e un tremendo dolore alla testa! L'unico rumore che ricordo è quello di un grosso cocomero che cade per terra, per fortuna non persi i sensi e così a fatica riuscii ad alzarmi, la strada era deserta un buio tremendo, rialzai la moto e mi inviai verso casa con il dolore sempre più forte, malgrado il freddo ero tutto sudato ma volevo tutti i costi arrivare a casa, mi sembrava di morire ma l'angelo custode mi aiutò accompagnandomi fino sulla porta di casa, come entrai mia mamma si accorse subito che qualcosa non andava,
e d'urgenza chiamò subito il medico 
al suo arrivo mi guardò subito gli occhi con la sua piccola pila poi disse che non c'era niente di rotto e che potevo stare tranquillo.
“Vai a letto e prendi due aspirine” così ho fatto, ma quella notte non ho chiuso occhio e per una settimana non sono più riuscito ad alzarmi dal letto dalla botta avevo perso tutti i capelli 
ma ero ancora  vivo, l'Angelo Custode esiste!!
Alle volte penso di aver sbagliato mestiere perché dicono che i carabinieri hanno la testa dura,
a me la testa dura non mancava 
potevo tranquillamente far il carabiniere.
Non è che dopo abbia smesso di andare in moto stavo molto attento ed ero tranquillo perchého sempre avuto lui accanto a me,
L'Angelo Custode.
Il dolore non lo sento più, e così posso raccontare allegramente 
anche questa mia pagina di vita!

Auguro un buon Sant'Ambroeus a tutti/e
specialmente i Milanes

sabato 30 novembre 2013

Per amor proprio

In questa foto sono ritratti una parte 
dei volontari alpini, che vent'anni fa
hanno contribuito alla costruzione
dell'asilo sorriso a Rossosch in Russia,
tra questi c'era l'amico Flavio 
in foto nell'ultima fila al centro vicino alla colonna

E quest'anno dopo vent'anni sono ritornati
per commemorare gli alpini caduti
in Russia settant'anni fà

Qui é sulla riva del Don
gli anni sono passati ma i baffi 
e il cappello sono rimasti uguali
Una panoramica della sconfinata pianura,
teatro di quella grande tragedia
Mai visti cosi tanti tricolori in terra di Russia
Questo piccolo video merita di essere ascoltato
cosi anche voi farete un attimo di silenzio 
in onore a tutti gli alpini caduti
Grazie!!
  Auguro a tutti/e voi una buona domenica
e un sereno inizio dicembre

domenica 24 novembre 2013

Prima neve, e un povero Natale

La prima neve è arrivata 
 chi gioisce per tale evento,
chi in cuor suo non è contento
perché un tetto più non ha

Prima neve 30x40 olio su tavola

*****
POVERO NATALE 2013

Scorgo laggiù, all’orizzonte,
l’arco alpino e il più alto monte;
nella notte tutto è imbiancato,
il grande freddo è arrivato!

Il preludio sta annunciando
che il Santo Natale sta arrivando,
ma anche questo, ricco non sarà,
il mondo è afflitto da tante calamità.

Penso a quella povera gente
che non ha più niente,
che tutto ha perduto
ed ha bisogno di aiuto.

Gesù, tu sai cosa vuol dire essere povero,
tu sai cosa vuol dire avere un misero ricovero,
dover vivere al freddo pungente,
non avere nulla ed esser sofferente.

Quando tu sei nato in povertà,
nell’animo è prevalsa la carità,
in molti ti hanno visitato … adorato,
qualcosa ti han portato!

Caro Gesù Bambino,
fa che a questa gente cambi il destino,
che con la tua bontà
siano superate tutte le difficoltà.

Fa che in questo particolare Santo Natale
tutti siano uniti in un grande abbraccio universale,
fa che tutti i pastori e i signori
scordino per un giorno gli splendori.

Fa che ti vengano a visitare,
laggiù, dove finisce il mare,
laggiù in mezzo al fango
dove non esiste più ricchezza o rango.

Caro Gesù, non sarà molto bello,
mancheranno anche il bue e l’asinello,
ma tutti i cuori si riscalderanno con l’amore
che scaturirà da ogni cuore
e tra le tue braccia amorevoli
ognuno troverà carezze confortevoli.

Tiziano 
*****
Buon inizio settimana
a tutti/e

martedì 19 novembre 2013

Solidarieta per la Sardegna

Sardegna, fate girare questo post





Pubblicato da:
Mauro Meloni
con l'invito a far girare questo post



Il Meteo Giornale e tantissimi delle sue decine di migliaia di lettori sono vicini alla terra di Sardegna, ferita ancora una volta da nubifragi alluvionali. Condividi questo post.

Parte della redazione del Meteo Giornale è della Sardegna, ed ha vissuto i giorni precedenti l'evento meteo dove si è temuto avvenisse il peggio, e soprattutto l'evolversi delle celle temporalesche che lunedì 18 hanno interessato con persistenza oltre la metà della regione.

Questo non è il momento di fare polemiche, bensì è il momento della solidarietà e di vicinanza ai morti ed ai loro familiari, a chi ha la casa allagata, agli sfollati, a coloro che hanno le attività economiche compromesse dall'alluvione.

Siamo vicini alle forze dell'ordine, alle autorità della Sardegna che lavorano senza sosta per pianificare gli interventi.



************************************


Impotenti quali siamo 
solo una preghiera possiamo fare 
una preghiera di speranza per chi resta nel dolore

venerdì 15 novembre 2013

il mio sogno continua

L'inverno è alle porte,
ma la mia favola autunnale continua

Il mio angolo incontaminato olio su tela 20x30
*****
non é un sogno, ma una realtà che 
 porto sempre nel cuore.
*****
Anche se fuori diluvia,
auguro a tutti/e un sereno Week end!

venerdì 8 novembre 2013

Fresco di giornata

 E' nato in un terreno abbandonato
perché l'uomo dal suo habitat l'aveva scacciato
 Primo mattino 70x50 tecnica mista su tavola
*******
Ricordando l'estate passata,
ho dipinto una campagna colorata,
di primo mattino 
quando il sole fa l'occhiolino,
lei … ancora assonata
mi intonava una musica ... fatata!

*****
Un forte abbraccio
e buon week end a tutti

domenica 3 novembre 2013

Pensiero autunnale

Eccomi di ritorno dopo 
quasi un mese di assenza,
 presentandovi un angolo colorato 
di questo meraviglioso autunno 

Riflessi autunnali 30x20 olio su tavola
*****
L'autunno ha portato

mille colori,

 frutti, profumi, sapori!

Ma questo terrestre paradiso

sta per cambiare:

oggi il maltempo

ho visto arrivare!

E senza indugio

davanti il camino

mi vado scaldare!
      *****      
  un grazie di cuore 
 per i vostri commenti 
          fattomi in mia assenza          

                   Tiziano

 


sabato 12 ottobre 2013

Buona sera

Blog in pausa

Buona sera care amiche e amici, come certamente 
qualcuno di voi avrà notato la mia latitanza dai vostri blog,
che purtroppo in questo periodo
non sono riuscito a seguire,
e oggi a malincuore ho deciso 
che é il momento di prendermi una pausa,
 sperando sia di breve durata.
Auguro a tutti voi un sereno fine settimana
Tiziano

mercoledì 2 ottobre 2013

2 ottobre festa dei nonni

Oggi é la festa dei nonni 
e voglio cogliere l'occasione
per fare gli auguri a tutti i nonni e nonne 
di tutto il mondo,
Nelle foto sotto postate
vi voglio presentare dei nonni
che hanno voluto diventare bambini
naturalmente con una azione di protesta
perché vogliono andare  
ad Abano con i loro nonni

Chi potevano essere i contestatori se non 
Pierino Mafalda e la vispa Teresa

Pierino é coraggioso ma quando é da solo ha bisogno del ciuccio

La fionda di Pierino colpisce ancora
Cosa non si fa per diventare giovani per qualche minuto 
buon pomeriggio a tutti da Pierino 
e se ai un minuto clicca il link e ascolta questa bella canzone


domenica 22 settembre 2013

Compiblog assegnazione quadro

Il 29 e il primo numero uscito sabato 
ventuno settembre sulla ruota di Venezia 
ed e abbinato al blog seta fina 
di Stefania Pellegrini 
e questo e il quadro da lei scelto


La dove inizia la piana 40x60
***********
Ciao Stefania complimenti, mi serve l'indirizzo
in modo che possa spedirti il quadro

questa e la mia E-mail 
ti.scarpel@gmail.com
*********
Questo e l'elenco di tutti i partecipanti
N°1 Adriana del blog presa nella rete
N°2 Rosa del blog Pink
N°3 Cristina  s del blog Cri foto
N°4 Rosetta del blog The Romantic Rose
N°5 Arianna de blog ariats
N°6 Betty del blog il sole nel cuore
Nç7 Patzy del blog Italia, fotos e historias by Patzy
N°8 Bilibina del bog Bilibì
N°9 Andreina del blog il cestino dei gomitoli
N°10 Elise del blog Elise
N°11 Costantino del blog mostrelibriluoghi
N°12 Gianna ferri del blog  il bene in noi
N°13 giglio del blog la via dei gigli
N°14 Sandra M. del blog Sandra Macca
N°15 Tomaso del blog Passato e oresente
N°16 cavaliere oscuro del web del blog web sul blog
N°17 Sabrina del blog  siccoscerie
N° 18 Adriana del blog di Adry
N°19 Cristiana 2011-2 del blog cristiana 2011
N°20 Luna B del blog Di Luna e Blade
N°21 Genny del blog A me piace così
N°22 Orvokki del blog orvokki4you
N°23 Loretta stefanoni alis Lolli60 del blog nella ruga del tempo
N°24 Enrico zio del blog amici in allegria
N°25 Marina Spada del blog Unica come te"............on....things
N°26 Robby Robu del blog  Hay Lin bau bau
N°27 nonnAnna del blog linventafavole
N°28 Ambra del blog Sinfonia di voci
N°29 Stefyp del blog Seta fina
N°30 Rakel del blog I soffi dell'anima
N°31 Lufantasigioie del blog Lufantasigioie 
N°32 Carla Colombo del blog Arte carla Colombo
N°33 Krilù del blog Nel mondo di Krilù
N°34 Cristina del blog  Perfume de rosas
N°35 Fiori di Zagara del blog Fiori di zagara
N°36 Rosetta del blog Il fogolar
N°37 Pino Palumbo del blog  Vita e poesia  
N°38 Antonella Miceli del blog L'arte e i suoi colori
N°39 Cinzia del blog Pistacchio e nociola
N°40 M@ddy del blog  Slowly... i made my choice
N°41 Erika del blog  Erikafotoviaggiando
N°42 Kilie del blog di Kilie
N°43 Simo del blog Valzer di emozioni
N°44 Anna Santese del blog La creatività di Anna
N°45 Magic Moments del blog Rosengirl
N°46 Elio del blog De qua e de la
N°47 Francesca del blog non solo creazioni
N°48 Gabry B del blog A casa di Gabry
N°49 Fiordicollina del blog Casalinga per caso
*******
Grazie a tutti voi per la partecipazione,
e chiedo scusa per la mia poca presenza
nei vostri blog 
 


sabato 31 agosto 2013

Con il fiatone ma sono ritornato

Finalmente ritorno tra di voi  
con questo quadro che ho dipinto
ispirandomi ad uno dei miei primi post,
risalente a settembre del 2011.
 Per chi non lo ricorda questo é il link 
E questo é il quadro ricavato da una di quelle foto
che come si può vedere anche la fine di quell'estate
é stata un pò stravagante.
Ventun  settembre 2011 
 Olio su tavola 40x30
*************
Colgo l'occasione per ringraziare e abbracciare 
tutti coloro che mi sono stati virtualmente vicini 
durante questa mia assenza dal blog 
con i loro commenti e i loro auguri 
per la mia mostra e il mio compleanno.
Un particolare saluto e un abbraccio affettuoso
a Carla Castellani del blog nel mondo di krilù 
e Roberta Osio del blog Robby Roby
che ho avuto l'immenso piacere di 
conoscere realmente e non é facile
per me descrivere quei momenti indimenticabili 
che ho passato in loro compagnia.
 Presto dedicherò un post agli amici virtuali 
che sono diventati reali.
**********
Auguro a tutti un buon fine agosto
e una buona e serena continuazione 
di quest'estate che ormai sta per finire.


lunedì 12 agosto 2013

Un sincero grazie a tutti

Anche se sono impegnato con la mostra,
 oggi mi sono preso un giorno di riposo
perché  e  il mio compleanno, e così colgo
 l'occasione per ringraziare
tutti coloro, che mi hanno lasciato il loro 
commento nel mio ultimo post,
facendomi gli auguri per la mostra 
che ho inaugurato sabato scorso,
 i vostri auguri hanno funzionato
perché l'inaugurazione e andata benissimo 
ed anche l'affluenza  e buona 
e questo per me e un buono 
ed emozionante risultato
questa sotto e la sede degli Alpini
che gentilmente mi hanno ospitato

E queste sono alcune foto dell'innaugurazione  




Ringrazio e abbraccio tutti anticipatamente 
augurandovi un sereno e lieto ferragosto
e arrivederci a fine agosto  Tiziano

mercoledì 17 luglio 2013

Invito

Basta vacanze! Devo mettermi a lavorare 
di santa ragione, la meta é vicina e il tempo
velocemente mi viene incontro

Ed essendo questo un periodo di vacanze,
invito quanti si trovassero da quelle parti,
alla vernice della mia personale 
e per chi lo vorrà fare di proposito meglio ancora.
*******
Questa sotto postata e l'ultima
 recensione  scritta  dall'amico
(Nigel Davenport)
 é pubblicata  nel blog
l'Angolo del Sorriso
che consiglio a tutti di visitare
http://langolo-del-sorriso.blogspot.it/2013/07/tiziano-scarpel-i-paesaggi-dellanima.html#comment-form
E voglio ringraziare l'amico Nigel 
per questo suo gradito pensiero,
e come più volte le ho detto,
 lui i miei quadri 
li  leggeva come un libro,
questa volta ha superato se stesso
pubblicando questi tre quadri,
che calzano a pennello con il 
titolo della mia personale,
vi saluto con la speranza di incontrare 
qualcuno di voi a questa mia mostra
Mi scuso con quanti in questo ultimo periodo
non ho potuto visitare il loro blog,
ma purtroppo non ce lo fatta
un forte abbraccio a tutte/i
e arrivederci a settembre!


TIZIANO SCARPEL - I paesaggi dell'anima-





C’è una costante nella produzione di Tiziano Scarpel, artista sernagliese ormai settantenne, ed è la ricerca della forma attraverso la propria coscienza, per cui non è azzardato definire le sue creazioni: “paesaggi dell’anima”. Quasi tutte le sue opere vertono infatti sul paesaggio, ma non sono la fedele riproduzione dello spazio fisico, bensì l’idea che l’artista ha di quello spazio, di quello scorcio, di quella veduta, ovvero la rappresentazione  mentale che se n'è fatto. Egli parte  dalla scena oggettiva, ma la idealizza, sotto la spinta del suo animo romantico e ottimista. I paesaggi appartengono tutti al territorio veneto, un territorio vasto, variegato e pittoresco, dal quale l’artista attinge a piene mani, dipingendo  spesso dal vero e filtrando i soggetti attraverso la propria sensibilità, sicché non è raro vedere opere che rispondono ad un gusto personale, sui generis, come nei papaveri ritratti in un campo di grano maturo; in questo caso l'autore rinuncia alla rappresentazione più ricorrente ed efficace (il rosso dei papaveri sul verde del prato) ed utilizza colori caldi, avvolgenti (rosso su giallo oro) onde esprimere una visione della natura generosa, dispensatrice, materna. 

Il percorso artistico di Tiziano Scarpel può suddividersi in due fasi, cronologicamente indistinte e "mescolate" fra loro, quella della pittura tradizionale, contrassegnata da una maggiore verosimiglianza fra figura e modello, e quella della sintesi, dove è possibile cogliere un "modus operandi" genuino, istintuale, fatto di pennellate energiche e decise. Nelle opere di questa fase, egli decanta la propria produzione da ogni orpello o tentazione manieristica, per approdare ad una pittura essenziale, minimalista, ma di ammirevole efficacia espressiva, come dimostrano gli altri due dipinti proposti. Qui è ben evidente la sintesi, a cui si accennava prima, fatta di rapidi segni e vivaci macchie cromatiche, che proiettano immediatamente l'osservatore nell'atmosfera sospesa della rappresentazione e sono la cifra, la firma, il marchio inconfondibile di Tiziano Scarpel.


In tutti i suoi dipinti è ravvisabile la grande lezione impressionista, interpretata in modo personale, secondo quell' autodidattismo che, anziché essere un limite o una lacuna, è un valore aggiunto. C’è passione e sincerità nelle sue opere, a volte persino un'aura incantata e fiabesca, e c’è la forza di un uomo, che mantiene vivo l’amore per la propria terra e per le  proprie radici, attraverso la poesia della forma, una capacità che alberga soltanto negli animi più grandi.

A. M. (Nigel Davemport )