orologio



Lettori fissi

parade

lunedì 4 agosto 2014

Per ricordare

Penso che tutti voi avrete visto la televisione e cosa e successo  a Refrontolo T V questo sotto postato e il molinetto della croda come lo vedevo io in una domenica autunnale di qualche anno fa
E qui sotto e come si presentava domenica mattina 
dopo la bomba d'acqua che l'ha colpito sabato sera 
portando con se quattro persone che conoscevo
Un grazie di cuore a tutti coloro che avranno  
un pensiero una riflessione su questa tragedia.

20 commenti:

  1. Grazie a te che ce lo hai fatto vedere nel modo meraviglioso in cui dovrebbe essere.
    E' banale dire che queste cose non devono succedere ed invece siamo sempre a contare morti innocenti, vite spezzate e dobbiamo sempre sentire di incuria nella pulizia di torrenti e fiumi o disastri causati dalla mano dell'uomo ... poi si spengono i riflettori e si riaccendono tempo dopo in un'altra zona senza che mai nessuno intervenga.
    Straziante ascoltare le interviste delle vedove che hanno salutato i propri compagni pensando ad una serata allegra fra amici e non li hanno più visti tornare..
    Quanta amarezza !! Tiziano scusa lo sfogo. Ciao. Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marilena e proprio così adesso cercano di trovare un colpevole ma se e vero che questi cambiamenti climatici e colpa nostra allora siamo tutti colpevoli o nessuno perché se avessero intuito quello che stava succedendo sarebbero scappati invece ci scherzavano sopra pensando ad un normale straripamento come si vede dal filmato dove Giannino si aveva tirato su i pantaloni per non bagnarli io lo conoscevo non era un incosciente, anni fa avevo una piccola azienda e l'ò avuto come dipendente e mi sembra quasi impossibile che sia successo tutto questo.

      Elimina
  2. Che tragedia Tiziano...ti sono vicina e ti abbraccio.

    Il tuo dipinto è fantastico .

    RispondiElimina
  3. Caro Tiziano, quando ho sentito la notizia non ci volevo credere, ma purtroppo è la verità.
    Una tragedia che nessuno si sarebbe mai immaginata.
    Quando ritornerai a Sernaglia a coloro che mi conoscono abbracciali per me, mi sento vicino a tutti loro.
    Buona giornata caro fratello, se questa sera verso le 19-20, se puoi esserci su skype!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Ciao Tiziano,
    mi dispiace per i tuoi amici.
    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  5. Ho letto la notizia e non posso fare altro che unirmi alle voci che restano sbalordite per una così assurda disgrazia.
    Tutto questo è molto triste.
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  6. Non si parla altro in tv, purtroppo sono cose che non dovrebbero succedere... perchè non è giusto morire così. Mi chiedo se è colpa nostra, colpa dell'uomo che tira troppo la corda con la natura e che prima o poi si riprende il suo spazio. O è solo una casualità. Ma continuo a ripetere, non è giusto morire così.. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  7. Ciao Blumoon diciamo che ce tanta casualità ma anche una parte d'incuria da parte dell'uomo,
    se ci sono dei colpevoli e giusto che paghino perché non e giusto morire cosi.
    un forte abbraccio

    Tiziano.

    RispondiElimina
  8. Grande tragedia,e se poi conosciamo i posti,le persone,tutto diventa più coinvolgente.Colpa della natura?forse.ma i torrenti prima erano ripuliti,le case non si addossavano sul greto dei fiumi,le acque non erano costrette in gallerie forzate,per dare spazio al cemento,e c 'era il torrente,il bosco,barriera naturale e zona di assorbimento.oggi strappiamo la terra metro per metro,per altri usi,e i torrenti,si sa hanno andamento anomalo e capriccioso.
    Condivido il dolore,Tiziano.

    RispondiElimina
  9. Che dolore, Tiziano. Uno dei tanti episodi che diventano ogni giorno più frequenti, grazie alla balordaggine degli uomini, che non si curano del territorio e non capiscono che la Natura ha cominciato a ritorcersi contro chi la sta distruggendo.
    Mi dispiace che tu abbia perso delle persone che conoscevi. Che tristezza.
    Ma devo anche dirti che il tuo quadro è bellissimo e leggo nelle sue tinte molto forti, un po' fosche e un po' oscure un presagio di dolore.

    RispondiElimina
  10. un'altra tragedia.....madre natura ci lancia continuamente messaggi, ma non li ascoltiamo.....

    RispondiElimina
  11. è VERO è STATA UNA CATASTROFE INASPETTATA IL VENETO OGGI è IN LUTTO!!!!

    RispondiElimina
  12. Tiziano,mi dispiace tanto!Sono cose che non dovrebbero mai succedere!Ma sono tutti sordi!Rosetta

    RispondiElimina
  13. Che pena! C'è stato uno alluvione, giusto? Ho letto qualcosa sul giornale online. Da qui ti mando un abbraccio ... Io stessa sono stata nel alluvione del 4 novembre di 2011 a Genova, e so bene di quanto sia terribile di solito è la furia della natura in questi eventi. Saluti Tiziano!

    RispondiElimina
  14. Il tuo dipinto è bellissimo, ha colori che colpiscono!
    Un pensiero e una preghiera alle persone colpite dalla tragedia!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina

Benvenuti cari amici ed amiche,mettetevi comode/i vi offro virtualmente un caffè, con calma se volete potete lasciare un vostro commento oppure solo un ciao sarete sempre miei graditi ospiti