orologio



Lettori fissi

parade

sabato 13 dicembre 2014

Aspettando Natale

Oggi in compagnia di Babbo Natale, apro

la quattordicesima finestra del calendario dell'Avvento 

ideata da Sciarada del blog "anima mundi"

http://animamundi-sciarada.blogspot.it/



Agisci in modo da considerare l'umanità, sia come tua persona.

sia nella persona di ogni altro,sempre anche come scopo,

e mai come semplice mezzo

Immanuel Kant



Guardando a ritroso nel tempo

Babbo Natale oggi vi racconterà una favola 


Come tutte le favole 

Anche questa inizia con c'era una volta
in un piccolo paese, lungo la sponda sinistra del Fiume Piave
viveva una povera famiglia, papà, mamma e cinque fratelli,
tre maschi e due femmine.
Era da poco iniziato il mese di dicembre e le montagne erano tutte imbiancate nelle case cera un fervore d'attesa, attesa del Santo Natale. Una mattina il più piccolo dei tre fratelli chiese alla mamma se poteva fare il presepe, la mamma gli rispose: “dove lo vuoi fare questo presepe?” ed egli rispose: “ in cucina”, in cucina replicò la mamma:“ dove lo possiamo mettere questo presepe? già farciamo fatica a starci noi!” non si poteva dar torto alla mamma, perché la piccola cucina misurava tre metri per tre e mezzo.
Il bambino rimase male nel sentire queste parole, si mise in un angolo e per tutta la mattina non disse una parola, a mezzogiorno, quando la famiglia si riunì per il frugale pasto, lui rimase sempre là in quell'angolo silenzioso, allora il padre gli chiese: “perché non mangi?” e la madre gli rispose : “ è arrabbiato perché vuole far il presepe in cucina, a parte dove metterlo ci vogliono i soldi per comperare le statuine, e soldi, lo sapete tutti, non ci sono!”, il bambino replicò: a me basta l'angolo dove sono seduto e le statuine non occorre comperarle, le faccio io con il cartone e li coloro con i colori che mi ha portato dalla Svizzera il fidanzato di mia sorella”. Fu così che la famiglia tutta d'accordo lo lasciarono fare, aiutandolo pure! Così durante i giorni che seguirono finita la scuola, lavorava, facendo pecorelle, pastori, incollando dei sassi su una vecchia scatola costruì la capanna, adoperando il piccolo specchio di casa fece un lago, con la carta di vecchi giornali fece colline e montagne, che coprì con della farina, tutto il resto lo ricoprì con del muschio che aveva raccolto dietro la casa, il piccolo presepio era pronto e il suo sogno era realizzato.
E il giorno di Natale, che adorava Gesù con lui e i pastori, c'erano anche i suoi fratelli con mamma e papà, da quell'anno in poi in quella piccola casa si fece sempre il presepe i personaggi, nel tempo aumentavano e cambiavano, l'unica cosa che non 
venne mai cambiata fu la capanna e Gesù Bambino.

Scrivendo questa storia,il mio sogno si ripete per la seconda volta 
perché quel bambino ero io.


E insieme a Gesù, vi l'ascio questa mia ingenua poesia
ha lui dedicata


FANTOLIN

Quant l èra bel, el Nadal
de quel temp lontan
dove se se fea 'i auguri
e se strendèa la man,
anca se se era poret
e se vivea al fret,
in fameja, l'amor
par 'l signor
nol manchea!
Tuti in combricòla
vesin al camin,
se speteà ... 'sto fantolin,
che a mèda nòt,
'l vedea la luce ,
al fret ... in te na stala
scaldà dal bò
e un musset,
ades el temp le cambià,
la vecia stala
no la ghe ne pì,
ma tì bambin... no te sè cambià
tì ... te se lo stes,
quel fantolin picinin,
che col sò grant cor
el porta pace … e difonde l'amor,
vesin a la tò cuna
vesin a ti ...
sto ano
torne bòcia anca mi

********
GESÙ BAMBIN Tradotto in Italiano

Quant'era bello il Natale di quel tempo lontano dove per farsi gli auguri
ci si stringeva la mano, anche se eravamo poveri e vivevamo al freddo, in famiglia 
l'amore per il Signore non è mai mancato, in compagnia vicino al focolare
si aspettava Gesù Bambino. che a mezzanotte veniva alla luce, al freddo in una stalla
scaldato da un bue e un asinello, adesso il tempo è cambiato quella stalla non ce più
ma tu Gesù non sei cambiato ... tu sei lo stesso! Quel Bambino piccolino
che con il suo grande cuore porta pace e diffonde l'amore vicino alla tua culla
vicino a te, quest'anno anch'io tornerò bambino.

Buona domenica d'Avvento e un abbraccio  

Tiziano

Il quindicesima finestra dell'Avvento e del blog 
luccicanti fantasie di Claudia
qglcld55.blogspot.com/

78 commenti:

  1. Leggendo la tua favola mi sono commossa! Quel bimbo, che già allora era pieno di inventiva e fantasia, aveva una grande ricchezza, la sua famiglia. Grazie per averci raccontato questo tuo dolcissimo ricordo. Mi è piaciuta molto anche la tua poesia.
    Buon Avvento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille grazie Giada
      buon Avvento anche a te!

      Elimina
  2. Molto emozionante leggere gli alti valori tuoi e della tua famiglia, caro Tiziano...

    Ne è la prova anche tuo fratello Tomaso.

    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara amica, le tue parole rafforzano i nostri valori,
      ciao un forte abbraccio!

      Elimina
  3. Quel bambino si cela dietro le vesti del Babbo Natale che vedo qui in foto ed è rimasto intatto nella tua bella persona, in barba al tempo e ai cambiamenti. Grazie per averlo rivelato. Ancora Buon Avvento a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quel bambino leggendo il tuo commento si è commosso di gioia.
      Grazie cara amica
      buon pomeriggio d'Avvento!

      Elimina
  4. L'apertura di questa finestrella è stata pura emozione. Il racconto di te bambino e della famiglia, del vostro presepe, della capanna che ancora oggi non avete cambiato mi ha commossa tanto...questi sono i veri ricordi che tutti dovremmo conservare nel cuore.
    Davvero bravo, Tiziano.
    Un abbraccio.
    Antonella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi ricordi finchè il mio cuore avrà un battito non saranno dimenticati
      ciao Antonella grazie per aver condiviso con me questi ricordi.
      un grande abbraccio!

      Tiziano.

      Elimina
  5. Caro Tiziano, leggendo questo tuo post, lo sai che mi sono venute le lacrime agli occhi, ricordo queste cose, ricordo pure che io in quei tempi mi alzavo tutte le notti alle 2,00 per andare a fare il pane e ritornavo, alle 12,00 e eravamo sempre contenti con quel po che avevamo, non dimentico mai la nostra cara mamma che gridava a tutti di non fare tanto rumore, per ché io potessi dormire tranquillo al pomeriggio, finito di dormire io scappavo in fretta perché il lavoro mi aspettava, dovevo preparare gli impasti per il pane per il giorno dopo.
    Un grazie caro Fratello di questi dolci ricordi, poi aggiungo che la poesia è bellissima.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire caro fratellone, ho le lacrime anch'io e anche in questo ci assomigliamo
      ma finché la lacrime son di gioia ci possono stare, queste emozioni fanno bene perché tengono viva la nostra mente.
      ciao un grande abbraccio

      Tiziano.

      Elimina
  6. Che bella sorpresa, Tiziano! Mi hai commossa...tutto in questa finestrella dell'Avvento mi riporta la semplicità di qualcosa che si è perso nel tempo...ma che però rimane intensamente nei nostri cuori. Non potevi farci sorpresa migliore, portarci un di magia e parlarci del bambino che ancora si nasconde ancora
    dietro le vesti di Babbo Natale. La tua semplicità e spontaneità non l'hai persa nel tempo e questo credo sia solo quello che conta. I ricordi vivono i noi e credo ci aiutino anche ad esser migliori. Buona domenica dell'Avvento a te e GRAZIE, un abbraccio Stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, questi ricordi che si erano un po persi nel tempo, e che col passare dello stesso affiorano sempre più dando valore a quella semplicità che ci univa,
      con un grosso nodo di felicità ti dico grazie di tutto cuore per le tue parole,
      buon pomeriggio d'Avvento.
      un grande abbraccio Tiziano.

      Elimina
  7. Tiziano ! Tu mi stupisce sempre !!! Il presepe che facevo io , era simile al tuo . Le statuine però le comperavo , tutti gli anni 3 o 4. Il muschio lo andavo a prendere nei boschi. Che gioia .
    La tua poesia l'ho letta in dialetto che è simile al Vicentino ,e tu mi hai fatto ritornare bambina. Grazie
    di queste emozioni che mi regali. Laura A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te cara amica, che condividi con me questi miei indelebili ricordi
      il banbino/a che ce in noi non scomparirà mai.
      ciao a presto!

      Elimina
  8. Che belle parole e quante emozioni!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara Vale!
      ciao buona serata.

      Elimina
  9. Wish you and your family a very beautiful Christmas time.
    Hugs.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. That holy Christmas can fulfill all your dreams bringing joy to you and all your loved ones kisses

      Elimina
  10. ·.✿✿ミ Uma história bonita.
    Jesus comove e acolhe quem tem fé.

    ╭✿╯Bom domingo! Boa semana!
    ╰✿╮Beijinhos do Brasil.° ·.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muito obrigado caro amigo, suas palavras trazem alegria ao meu coração.
      Beijos de Natal

      Elimina
  11. Bellissimo Tiziano.
    Il tuo cuore natalizio è tutto raccolto in questa pagina, piena di particolari d'amore della tua passata vita.
    Ti ringrazio perché ho provato un gran calore leggendoti.
    Ti abbraccio e buon Domenica d'Avvento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pia, parole le tue che serberò nel mio cuore insieme a questi ricordi.
      Buona domenica d'Avvento anche a te
      ciao un grande abbraccio!

      Elimina
  12. La memoria crea ponti bellissimi fra generazioni:il tuo racconto commuove e richiama tempi di semplicità,di affetti nel calore familiare.Meno luci sfavillanti,più ingenua creatività..
    Grazie per aver condiviso con noi questi ricordi.Buona Attesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Chicchina, le tue parole partano gioia e calore al mio cuore.
      ciao buona serata a presto
      Tiziano.

      Elimina
  13. Carissimo Tiziano , oggi nel tuo racconto ho trovato il presepe più bello e prezioso del mondo, un presepe che parla d'amore e scalda il cuore, grazie !
    Buon Avvento a te e ai tuoi cari !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara amica, e grazie alla tua iniziativa se il cuore, scrigno dei miei ricordi oggi si e aperto
      Grazie contraccambio di cuore a te e alle persone a te più care questo buon Avvento!

      Elimina
  14. grazie per gli auguri!buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per la gradita visita
      buon inizio settimana!

      Elimina
  15. E' un privilegio poter leggere una storia così bella e sapere che sei stato proprio tu a viverla accende una grande emozione, buon Avvento a te e alla tua famiglia, grazie Tiziano!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, la tua condivisione mi riempie il cuore di gioia
      ciao buona serata!

      Elimina
  16. Olá querida, passei por aqui para agradecer sua doce presença
    no meu cantinho.Obrigada !!!
    Um lindo e frutífero Advento!
    Abraços, Marie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marie, le tue parole portano pace e gioia
      un grande abbraccio Tiziano.

      Elimina
  17. Caro Tiziano la tua finestra dell'avvento è veramente completa e ci trasporta in un'atmosfera di favole,così come ricordiamo i tempi semplici della nostra infanzia in cui la fantasia faceva da padrona nel nostro vivere semplice e schivo e la famiglia rappresentava il bene più grande.
    Complimenti ed a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cettina per aver condiviso la mia favola.
      ciao a presto.

      Elimina
  18. Grazie per questa stupenda pagina del Calendario d'Avvento !

    RispondiElimina
  19. Ciao caro Tiziano, questa favola di Natale ci racconta la persona sensibile che eri e che sei tutt'ora!
    Un caro saluto!
    Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Monique, quel ragazzino mi è sempre rimasto accanto e non mi abbandonerà mai
      ciao un abbraccio
      Tiziano.

      Elimina
  20. Questo ricordo è commovente, avevamo poco , ma quel poco ci dava gioia e poi c'era l'affetto e l'amore che univa la famiglia....grazie di aver condiviso con tutti noi questi ricordi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E te che devo ringraziare, per aver condiviso con me questi momenti per me indimenticabili
      ciao un caro saluto
      Tiziano.

      Elimina
  21. Caro Tiziano auguro a te e famiglia un Sereno Natale ed un Nuovo Anno ricco di ogni bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, lo auguro anche a te!
      Ciao buona serata.

      Elimina
  22. Titian, I love what you have done with your blog! The little lambs and baby are so adorable, the music is beautiful and the Christmas spirit here is warm and loving.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you for sharing with me these my memories,
      and that the spirit of Christmas bring to you joy and serenity

      Elimina
  23. Emozioni e ricordi del passato che fanno commuovere. Bellissima la poesia dialettale. In quei versi sono espressi i più alti sentimenti per vivere un vero Natale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Jacqueline e una grande emozione per me leggere queste tue parole
      ciao a presto.

      Elimina
  24. Tiziano, nel leggere la tua storia mi sono commossa. La tua vena artistica ha continuato a crescere nel tempo, regalandoti grandi soddisfazioni. Forse un dono di quel "bambinello" della piccola capanna che te creasti con cura ed amore quando eri piccolo.

    Un caro saluto,
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E con un grosso nodo in gola, che ti ringrazio per la gioia che ho provato leggendo le tue parole
      ciao Cri un forte abbraccio

      Tiziano.

      Elimina
  25. Ciao Tiziano!
    Quanta meraviglia leggere le tue parole,questo post incantevole per l'Avvento è pieno di magia,grazie infinite
    Un abbraccio grande
    Claudia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, grazie a te per aver condiviso con me questo mio magico momento
      un grande abbraccio a te

      Tiziano.

      Elimina
  26. Un bellissimo post pieno di magia!
    La tua poesia in dialetto è una vera favola!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per aver condiviso la mia favola
      ciao un abbraccio da
      Tiziano.

      Elimina
  27. Una storia emozionante.
    Buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille grazie Cavaliere
      buona serata a te!

      Elimina
  28. Che bella storia!
    E bellissima la citazione di Kant, l'ho sempre amata.
    A presto!

    RispondiElimina
  29. Complimenti Tiziano bella storia di come hai realizzato il primo presepe, evidentemente avevi già sviluppato la tua anima artistica visto che hai realizzato tutto tu. Bella la poesia.
    Sereno e felice Avvento
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Enrico,auguro anche a te un felice e sereno Avvento

      Tiziano.

      Elimina
  30. Ciao Tiziano, molto significativa la citazione, bellissima la storia che ci hai regalato e splendida poesia. Il Natale di un tempo era più sentito, bastava veramente poco e nella semplicità dei valori autentici tutto risplendeva di affetto e di gioia. Complimenti per la tua creatività sin da bambino, sicuramente un presepe molto pittoresco.
    Un saluto e buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Seddy,grazie per le tue emozionanti parole che contribuiscono a tener vivi i miei ricordi
      un saluto a presto
      Tiziano.

      Elimina
  31. Ciao Tiziano,
    ma sei stato bravissimo!!!
    Mi è piaciuto molto questo post dedicato al calendario dell'avvento di Sciarada, hai fatto un gran bel lavoro regalando a tutti una bella storia e non solo. Complimenti!!!
    Buon inizio settimana
    un sorriso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Audrey, le tue parole e il tuo sorriso sono linfa vitale per i miei ricordi
      buona settimana anche a te.

      Elimina
  32. Carissimo Tiziano, che meravigliosa storia e che bellissimi ricordi.......anche a me il presepe piace molto e mi da proprio il senso della famiglia!!!
    La poesia in dialetto è una vera chicca, bravissimo!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Laura grazie, son felice che ti piaccia la mia storia e la poesia in dialetto che da tempo cerco di farlo rivivere perché e un patrimonio storico del nostro vivere.
      ciao baci.

      Elimina
  33. Eccomi Tiziano! Avevi ragione, con questa bellissima poesia mi hai fatto tornare bambina. La storia è molto commovente e dà un bel senso di famiglia.
    Bacioni
    Alessandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra, il bambino che ce in me, non mi ha mai abbandonato e ogni tanto si sveglia
      ciao bacioni anche a te

      Tiziano

      Elimina
  34. ...una bellissima storia ricca dei più dolci principi del natale...
    una festa magnifica che ci insegna molto, se sappiamo darle il giusto spazio dentro le nostre coscienze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, purtroppo son le coscienze che son malate speriamo che questo natale possa portare la medicina buona e guarisca questo male
      grazie per la tua gradita visita a presto Tiziano.

      Elimina
  35. Che bellissima storia! complimenti! un abbraccio e a presto... Dream Teller ^^

    RispondiElimina
  36. Caro Tiziano, che bella la tua storia e anche la poesia :-)
    Sei un bellissimo apprendista Babbo Natale, complimenti!
    Buone Feste, di tutto cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maris, non è mica facile a far babbo Natale, ma con un pò di pazienza si impara tutto
      buona serata

      Elimina
  37. Bravo nonno continua cosí, sei grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Serena torna ancora trovarmi
      ciao.

      Elimina
  38. Meraviglioso racconto di vita vissuta, bravissimo Tiziano.
    Buona serata e buona settimana in attesa di Gesù Bambino.
    Mandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara amica buona attesa anche a te
      ti auguro che Gesù Bambino possa esaudire tutti i tuoi sogni
      ciao un strucon!

      Elimina

Benvenuti cari amici ed amiche,mettetevi comode/i vi offro virtualmente un caffè, con calma se volete potete lasciare un vostro commento oppure solo un ciao sarete sempre miei graditi ospiti