orologio



Lettori fissi

parade

sabato 2 aprile 2022

La lunga penna nera

Oggi ho rispolverato questo ricordo a me tanto caro
che con orgoglio voglio ripostare 
con la speranza che quest'anno a maggio si possa 
veder sfilare ancora la marea di penne nere che sventola il tricolore

***************
E da tempo che il gruppo Alpini del mio paese mi chiede una poesia dedicata a loro, e guardando i vari telegiornali 
in questi giorni in mezzo agli angeli del fango 
ho notato diverse penne nere, è a quelle che dedico
la poesia sotto postata 
senza dimenticare "el me vecio alpin"


Vecchio si! Ma con il cuore giovane


Qui lo vediamo sfilare a Pordenone, ma è già pronto 
per il prossimo raduno che si terrà all'aquila


Questo e un click che ho fatto a Bolzano nel 2011 
"foto che fa riflettere"


Queste due parlano da sole


 "Russia"  sulle rive del Don


ALPIN! “PRESENTE”

Sfilar a le adunate
e sventolar el Tricolor,
co la Patria in tel cor.
La so bandiera,
na longa pena nera
Baluardo de valor,
fradelanza, e solidarietà.
In prima linea armàdì … 
d’amor e bona volontà,
pronti a tender la man,
asister, e portar un soriso
e un póc de cor.
Jutàr quea pora dent,
che la pers tut e no la pi gnent,
Andar lontan, oltre frontiera,
dir 'na preghiera, e ricòrdar
i bòce, partidi col soriso in tel cor
e la speranza de un di poder tornar,
e i cari ... ancora 'na olta abrazhar,
ma in queà piana desoladà
el Don li a fermadì, 
e là par sempre ... i e restadi!
Penà nera ... amica neutral bandiera,
porta a quei bòce un cant acorà,
pàrché el sò sacrificio
nol vegne mai desmentegà.



UOMINI ALPINI
Presenti!
Sfilando alle adunate sventolando il tricolore con la patria nel cuore, la loro bandiera una lunga penna nera, baluardo di valore fratellanza e solidarietà.  Presenti … in prima linea armati d'amore e buona volontà, sempre pronti a presenziare per portare un sorriso e un pò del suo cuore.
Aiutando la povera gente che tutto ha perso e non ha più niente. Andare lontano, oltre frontiera per dire una preghiera, ricordando le fiorenti penne nere che partiron con il sorriso nel cuore e la speranza di un dì ritornare e la loro famiglia poter abbracciare.
Ma nella piana desolata il Don li ha fermati, e molti non son più tornati! Penna nera … amica neutrale bandiera porta a quei giovani un canto accorato, perché il suo sacrificio non venga mai dimenticato!

Buon weekend a tutti/e    Tiziano


giovedì 24 marzo 2022

 COME AVREBBE VOLUTO LUI


Ciao vecio se dedon lassu!

Buongiorno bloggers, amici di Tomaso e in gran parte amici miei,

con tutto il cuore vi abbraccio e vi ringrazio per la Vostra presenza  con parole di conforto e di vicinanza, che mio nipote ha gentilmente letto durante la funzione di addio.

Sebbene non fossi presente fisicamente ma solo virtualmente, ho constatato che, benché in terra straniera, tanti amici come voi gli volevano bene. Come già sapete Tomaso ha voluto farci una sorpresa e, in silenzio, senza disturbare, con il suo sorriso è volato nel blu del paradiso, sorriso che, conoscendo il mio caro fratello, avrà già contagiato il Paradiso.


Questa poesia l’avevo preparata per il suo novantaduesimo compleanno e se anche lassù si sono attrezzati con internet certamente gli arriverà


IL CUORE RACCONTA


Quanto tempo è passato

da quell'epoca lontana,

io poco più di un bambino,

tu, già ragazzo.

Ricordi lontani, annebbiati

ma mai dimenticati.

Il papà, al lavoro

in terra straniera,

ma accanto a me ... c'eri tu!

Come un papà mi sei stato vicino,

tante cose mi hai insegnato,

l'umiltà, che da te ho

imparato, per tutta la vita

mi ha accompagnato.

Di ricordi il mio cuore,

ne è pieno fino a traboccare,

e quest'anno con

te voglio festeggiare

e augurarti che lo

scorrere del tempo,

suoni per te come dolce melodia,

non solo di ricordi passati

ma di allegre e gioiose giornate.

La lontananza ci divide,

ma ugualmente ti sono accanto,

per brindare a questo

tuo traguardo che da campione

hai saputo tagliare.

Domani ripartirai,

un pò in salita,

non ci badare, tu ce la puoi fare!

Di me non ti scordare

perché, con te, i cent'anni

voglio festeggiare!


Tiziano Scarpel


venerdì 4 marzo 2022

IL VE CCHIO ALPINO È ANDATO AVANTI

Dopo tanto tempo ritorno con un post triste.
Questa notte Tomaso, il vecchio sorridente Alpino, è andato avanti.
Anche se da tempo nel suo blog (Tomaso passato e presente) non era più tanto assiduo, queso sorriso che vive in me, vorrei che vivesse anche in tutti voi.


Buona giornata e buona vita a tutti da

Tiziano Scarpel

sabato 11 maggio 2019

Festa della mamma

DODICI MAGGIO FESTA DELLA MAMMA

CARA MAMMA

Sono trascorsi più di vent'anni
da quando una sera per non
disturbare, come da tua abitudine,
silenziosamente sei partita,
per quel viaggio che da tempo
ti eri preparata.
Io lo so, tu volevi volar lassù,
dove nonna voleva stringere 
al petto la sua dolce bambina.
Avevi cinque anni quando 
la vedesti volar via.
Il tempo in un attimo svanì,
da giovane mamma vedesti scomparire
tra gli angeli anche la mia sorellina,
che mai ho potuto abbracciare!
In questo giorno alle mamme dedicato,
il mio animo ha colto una rosa,
per te! Tu abbraccia per me
Papà fratello e sorelle che sono
volati lassù e con te fan festa.
Vorrei che il tenue profumo che emana
il mio fiore arrivi li da te con tutto il mio cuore!
Auguri mamma!
Già che ci sei, a tutte le mamme
porta gli auguri miei.
*******
Colgo l'occasione di ringraziare tutti voi che malgrado la mia forzata latitanza mi dimostrate la vostra gradita amicizia
                     con tutto il cuore vi dico grazie!